Unleash e-mobility: l’intervento di Starace

Published on martedì, 30 maggio 2017

“Abbiamo energie e talenti per partecipare da protagonisti in questa grande trasformazione del modo di concepire la mobilità”

– Francesco Starace, Enel CEO

Abbiamo energie e talenti per partecipare da protagonisti in questa grande trasformazione del modo di concepire la mobilità” ha dichiarato Starace, sottolineando come il nostro Paese, secondo i dati emersi dallo studio, sia già in possesso delle competenze e del potenziale tecnologico per vincere la sfida della mobilità elettrica. È il frutto del lavoro di piccole e grandi realtà, che insieme possono dare un impulso significativo allo sviluppo dell’intero settore su scala internazionale: dal design alla componentistica, dall’efficienza del motore alla durabilità delle batterie, fino a ricariche e app dedicate ai servizi tradizionali.

Incentivare l’e-mobility significa anche contribuire a combattere inquinamento e cambiamenti climatici, temi su cui Enel è attiva da lungo tempo, promuovendo iniziative e implementando strategie per la sostenibilità ambientale. “Enel è già in cammino lungo questo percorso, partendo da una leadership tecnologica oggi molto evidente nella definizione degli standard V2G in cui siamo all'avanguardia nel mondo” ha sottolineato Starace riferendosi alla soluzione che permette il rilascio dell’energia non utilizzata presente nelle batterie dei veicoli elettrici per la stabilizzazione della rete elettrica.

Ma l’impegno del gruppo non si ferma qui, come ricordato da Francesco Starace: “Enel ha definito, in collaborazione con il Politecnico di Milano, un progetto per la realizzazione di un'infrastruttura capillare a livello nazionale di stazioni di ricarica per i veicoli elettrici”, aggiungendo che “abbiamo deciso di realizzarla partendo da subito''.

Di mobilità elettrica si discuterà anche nella seduta del 31 maggio del Parlamento europeo: in tale contesto, la presentazione di ‘100 Italian e-mobility stories’ oggi a Bruxelles assume un’importanza ancora maggiore.

 

Redazione Enel