GreenItaly: l’intervento di Francesco Starace

Published on mercoledì, 22 novembre 2017

“Ad esempio quando è cominciata la rivoluzione delle rinnovabili nel mondo, nessuno pensava a connetterle con batterie o con elementi di stoccaggio dell’energia”

– Francesco Starace, Enel CEO

Ad esempio quando è cominciata la rivoluzione delle rinnovabili nel mondo, nessuno pensava a connetterle con batterie o con elementi di stoccaggio dell’energia” ha spiegato Francesco Starace, ricordando una delle “tante e più combinazioni per la creazione di valore”, frutto delle sinergie tra settore energetico e industria chimica. Oggi infatti lavorare in questa direzione è quasi la norma, ma “cinque anni fa non era così”.

L’AD di Enel ha proseguito la sua analisi ricordando l’impegno del Gruppo nella riconversione di impianti e nella realizzazione di programmi di decommissioning, come il progetto Futur-E in Italia, per la riqualificazione delle centrali non più attive. Operazioni di economia circolare, che creano valore nel tempo. Francesco Starace ha citato anche un recente studio della Global Solar Alliance secondo cui l’80% degli occupati nel campo del solare fotovoltaico è concentrato nelle fasi successive all’installazione dell’impianto: “Un lascito che porta avanti l’economia per molto tempo”. La creazione di convergenze genera benefici che durano nel tempo e “in questo l’Italia è molto avanti”, ha sottolineato l’AD in conclusione.

 

Redazione Enel