Starace all’European Hydrogen Forum

Published on venerdì, 4 dicembre 2020

“Stiamo sviluppando progetti per l’idrogeno verde in Spagna, Cile e Stati Uniti e abbiamo piani insieme ad Eni per le loro raffinerie e con Snam ed altri operatori per altre applicazioni in Italia”

– Francesco Starace, Enel CEO

Nel suo intervento l’AD e DG Francesco Starace si è soffermato sull’esperienza di Enel nel settore: “Stiamo sviluppando progetti per l'idrogeno verde in Spagna, Cile e Stati Uniti e abbiamo piani insieme ad Eni per le loro raffinerie e con Snam ed altri operatori per altre applicazioni in Italia”. Un impegno che emerge anche dalla “vision” al 2030, illustrata insieme al Piano 2021-2023 lo scorso 24 novembre: l’obiettivo del Gruppo è di accrescere nei prossimi dieci anni la propria capacità di idrogeno verde portandola a oltre 2 GW. Enel prevede inoltre di integrare gli elettrolizzatori negli impianti rinnovabili che producono elettricità per la vendita diretta e per servizi di dispacciamento in modo da supportare l’ulteriore penetrazione delle energie rinnovabili in rete e vendere idrogeno verde anche a clienti industriali.

 

Nell’evidenziare il valore di tali progetti, Francesco Starace ha spiegato come oggi per alcuni comparti l’idrogeno verde possa davvero essere la risposta alla decarbonizzazione: “Ci sono settori come il cemento, i fertilizzanti e le industrie chimiche, così come il trasporto via mare o aria, che non possono essere completamente elettrificati e necessitano di idrogeno verde se vogliamo realizzare una società a zero emissioni”. Tuttavia, come ha fatto notare l’AD nel corso dell’European Hydrogen Forum, lo sviluppo tecnologico è oggi solo in fase iniziale: “Dobbiamo accelerarne il passo, oltre che studiarne l'evoluzione con attenzione, per evitare errori nell'allocazione del capitale e scommesse in soluzioni che devono essere testate prima di mettere in atto grandi investimenti”.

 

 

Redazione Enel