• {{searchSuggestions.title}}

Primo “green” bond di Enel

Nuovo bond “green” pensato per investitori interessati al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente.
{{item.title}}

Pensando a investitori interessati al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente, Enel ha di recente emesso un nuovo bond “green”.

L’operazione ha portato al collocamento di un bond da 1,25 miliardi (rispetto ad un’ipotesi di 500 milioni) a fronte di una richiesta arrivata a 3 miliardi. Con una cedola all’1,137%, ha scadenza nel 2024: questo garantisce ad Enel maggiore convenienza, dal momento che i bond tradizionali oggi sul mercato contano rendimenti tra il 4% e 5%.

Il primo “green” bond di Enel rientra nei progetti annunciati a Londra lo scorso novembre, in occasione della presentazione del piano industriale: fa parte del programma obbligazionario in materia di rinnovabili e di temi “green” che ha come obiettivo lo stanziamento di 12,4 miliardi nel settore per rifinanziare le emissioni dal valore complessivo equivalente.

Come nel triennio appena trascorso, segnato da un notevole risparmio, anche per il prossimo Enel ha come obiettivo quello di mantenere lo stesso trend, riprendendo però l’emissione di bond e sfruttando i tassi bassi. Questo nell’ottica di arrivare in futuro a sostituire i bond tradizionali con quelli green, dai costi più contenuti. Gli utili dei bond saranno destinati non solo al rifinanziamento per quelli in scadenza, ma anche a finanziare progetti di tecnologie rinnovabili in Paesi quali Indonesia, Sudafrica e Sudamerica.

 

Redazione Enel

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi