• {{searchSuggestions.title}}

Financial Times intervista Francesco Starace

Francesco Starace ripercorre gli obiettivi del Gruppo e anticipa gli scenari futuri
{{item.title}}

“In tutto il mondo si sta sempre più investendo nella decarbonizzazione perché è un’ottima idea di business”. Lo afferma Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, nell’intervista al Financial Times in cui ripercorre gli obiettivi del Gruppo e anticipa gli scenari futuri di un mercato in cui le energie rinnovabili assumono un ruolo sempre più importante. In tale contesto, Enel ha pianificato un investimento triennale di 5,2 miliardi di euro nella green economy, principalmente nell’eolico e nel fotovoltaico, a fronte dei 0,8 miliardi di euro nell’energia fossile. Una scelta sicuramente in linea con l’andamento del mercato e che “comporta meno rischi, assicura una maggiore affidabilità e soprattutto velocità nella produzione energetica”.

In tutto il mondo si sta sempre più investendo nella decarbonizzazione perché è un’ottima idea di business

Francesco Starace, Enel CEO

Da una recente analisi condotta dalle Nazioni Unite e da Bloomberg New Energy Finance è emerso che lo scorso anno il 55% della nuova capacità installata è stata da fonte rinnovabile. Malgrado alcuni segnali provenienti dagli Stati Uniti, in cui sembra assistere a un ritorno a politiche di investimento in combustibili fossili, il futuro è nella green economy: anche negli USA dove la crescita prevista da qui al 2050 nel settore delle rinnovabili sarà dell’1,9% l’anno. Una prospettiva confermata da Francesco Starace, secondo cui le politiche annunciate oltreoceano non avranno comunque un impatto significativo sullo sviluppo delle rinnovabili. Nel prossimo triennio Enel investirà in particolare in America Latina, un mercato “non soltanto competitivo ma con prezzi inferiori a quelli del combustibile fossile”. In Cile, ad esempio, è stato siglato nel 2016 un accordo per la fornitura di energia solare a 29,10 dollari per megawatt/ora, il prezzo più basso a livello mondiale e paragonabile alla metà di quanto si otterrebbe dal carbone. Tutti segnali che rendono inevitabile lo sfruttamento delle rinnovabili, vero motore propulsore del futuro energetico.

 

Redazione Enel

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi