• {{searchSuggestions.title}}

Starace: il report WEF su e-mobility e Smart Cities

Il report pubblicato dal World Economic Forum curato anche da Francesco Starace
{{item.title}}

Oggi più di metà della popolazione mondiale vive in città: una percentuale destinata a crescere ulteriormente nei prossimi anni. Riflettere sul concetto di “smart city” diventa quindi sempre più necessario, anche nell’ottica di individuare soluzioni sostenibili per ridurre l’inquinamento cittadino e la concentrazione nell’atmosfera di gas serra. In questa prospettiva l’energia e la mobilità giocano un ruolo fondamentale, come emerge dal report pubblicato di recente dal World Economic Forum e curato anche dall’AD di Enel Francesco Starace, in qualità di Copresidente dello Steering Committee.

Il nuovo report del World Economic Forum fornisce una dettagliata panoramica di questa opportunità senza precedenti grazie all'incrocio di energia e mobilità

Francesco Starace, Enel CEO

Partendo dalle opportunità che la tecnologia è in grado di fornire oggi nel campo del trasporto elettrico, il documento individua un modello capace di integrare la mobilità sostenibile con altri elementi caratteristici delle “smart cities”: la produzione di energia e di sistemi di accumulo dell’elettricità decentralizzati, le smart grid e l’edilizia efficiente, la gestione digitalizzata della rete e dei servizi urbani.

Realizzato nell’ambito del progetto WEF “Grid Edge Transformation” che Francesco Starace promuove insieme ad altre personalità di rilievo del settore energetico, il report suggerisce tre linee d’azione. In primo luogo occorre individuare un approccio specifico per il mercato di riferimento, che preservi le caratteristiche locali (infrastrutture, disegno urbano e abitudini di trasporto) coinvolgendo anche tutti quei soggetti indispensabili ai fini di una progettazione efficace: decisori politici a livello nazionale e locale, costruttori di veicoli, aziende di energia, urbanisti e operatori di servizi per la mobilità.

In seconda istanza è necessario incentivare la mobilità elettrica per le categorie di veicoli più utilizzate: mezzi pubblici, taxi e autovetture inserite nelle iniziative di car-sharing per citarne solo alcune. Infine è fondamentale promuovere lo sviluppo di un’infrastruttura pubblica di ricarica, contribuendo a consolidare la cultura della e-mobility e a diffonderne il valore. L’elettrificazione dei trasporti, come ha ricordato in più occasioni l’AD di Enel Francesco Starace, porterà benefici all’ambiente, al sistema energia, alla mobilità urbana e soprattutto ai cittadini che potranno sperimentarne la convenienza in termini di costi, di salute e di qualità della vita.

Il rapporto analizza inoltre come tali scelte strategiche, già concretizzatesi in modelli virtuosi come Oslo, possano adattarsi a contesti urbani diversi come Parigi, San Francisco e Città del Messico. Francesco Starace e Jean-Pascal Tricoire, Copresidente dello Steering Committee, scrivono nel report che questa è “un’opportunità senza precedenti” resa possibile dall’efficace combinazione tra energia e mobilità.

Il report è consultabile al seguente link: http://www3.weforum.org/docs/WEF_2018_%20Electric_For_Smarter_Cities.pdf

Redazione Enel

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi