• {{searchSuggestions.title}}

Enel, prima semestrale 2019: l’analisi di Starace

L’analisi di Francesco Starace sulla prima semestrale 2019 di Enel
{{item.title}}

Ricavi per 38.991 milioni di euro, a +8,2% sul primo semestre 2018, ed EBITDA a +13,4% (8.907 milioni di euro): Enel chiude i primi sei mesi 2019 registrando risultati definiti “ottimi” dall’AD Francesco Starace. In crescita anche il risultato netto del Gruppo, a +9,7% rispetto al primo semestre 2018 (2.215 milioni di euro). “L’incremento a due cifre di Ebitda e utile netto ordinario conferma la solidità del nostro modello di business, che integra pienamente la sostenibilità come fondamento della creazione di valore finanziario” sottolinea l’AD che, nella sua analisi, si è soffermato anche sul valore di reti e rinnovabili, ancora una volta “motore della crescita di Enel, alimentate da un incremento del 33% nel development capex rispetto allo scorso anno". 

Enel ha conseguito ottimi risultati nel primo semestre del 2019, con un incremento a due cifre di Ebitda e utile netto ordinario, a conferma della solidità del nostro modello di business, che integra pienamente la sostenibilità come fondamento della creazione di valore finanziario

Francesco Starace, Enel CEO

Ad oggi, prosegue Francesco Starace, sono in sviluppo impianti per “oltre 7 GW di capacità rinnovabile che, una volta a regime, si prevede contribuirà all’EBITDA di Gruppo per circa un miliardo di euro l’anno”. Allo stesso modo, le reti di distribuzione hanno contribuito significativamente alla crescita dell’EBITDA, grazie anche al consolidamento di Enel Distribuição São Paulo in Brasile. “In questo semestre abbiamo inoltre guidato la crescita nel settore delle soluzioni energetiche avanzate con l’installazione da parte di Enel X di 63.000 punti di ricarica per veicoli elettrici, con un incremento del 70% su base annua” aggiunge l’AD, ricordando come tali progressi si inseriscano nel percorso finalizzato al raggiungimento di tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite (SDG). In particolare, il Gruppo è arrivato al 56% di generazione a zero emissioni, avvicinandosi all’obiettivo del 62% previsto entro il 2021, avanzando ulteriormente nella lotta al cambiamento climatico, SDG 13.

L’elevata visibilità sui risultati, garantita dalla continuità della perfomance operativa, dal costante miglioramento dell’efficienza e dai nuovi progetti in portafoglio, ci permettono di confermare i nostri obiettivi per il 2019, nella certezza di poter realizzare anche gli obiettivi a medio termine di Piano” conclude quindi Francesco Starace sottolineando inoltre come in  prospettiva “la solida generazione di flussi di cassa, che ha interamente finanziato l'accelerazione degli investimenti, continuerà a sostenere la crescita del Gruppo”.

Redazione Enel

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi