• {{searchSuggestions.title}}

Enel: il CdA conferma Starace AD e DG

Francesco Starace inizia il suo terzo mandato in Enel
{{item.title}}

Il Consiglio di Amministrazione di Enel, riunitosi lo scorso 15 maggio, ha confermato Francesco Starace quale Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo. In linea con l’assetto precedente, il CdA, nominato il 14 maggio nel corso dell’Assemblea ordinaria degli Azionisti, attribuisce all’Amministratore Delegato tutti i poteri per l'amministrazione della Società, ad eccezione di quelli diversamente attribuiti dalla normativa applicabile, dallo statuto sociale o mantenuti dal Consiglio di Amministrazione nell’ambito delle proprie competenze. Riconosciuto al nuovo Presidente Michele Crisostomo il ruolo di supervisione sulle attività di audit (ferma restando la dipendenza gerarchica del responsabile di tale funzione dal Consiglio di Amministrazione), di impulso e supervisione sull’applicazione delle norme di corporate governance riguardanti le attività del Consiglio di Amministrazione, nonché l’incarico di intrattenere, d’intesa e in coordinamento con l’Amministratore Delegato, rapporti con organi istituzionali e autorità.

Il terzo mandato di Francesco Starace comincia in un periodo particolarmente complesso, segnato dagli effetti negativi a livello globale dell’emergenza sanitaria ed economica. “Il nostro modello di business integrato, resiliente e diversificato, fa sì che non si evidenziano per ora impatti significativi a livello operativo, economico o finanziario nel breve o medio termine” ha sottolineato in merito l’AD nel suo intervento in occasione dell’Assemblea spiegando come il Gruppo possa far leva “sull'ampia liquidità che abbiamo a disposizione e sulla solida situazione patrimoniale per fronteggiare eventuali scenari di volatilità e supportare l'attuazione del piano di investimenti e gli impegni sui dividendi”. 

Il nostro modello di business integrato, resiliente e diversificato, fa sì che non si evidenziano per ora impatti significativi a livello operativo, economico o finanziario nel breve o medio termine

Francesco Starace, Enel CEO

In questo contesto, il “più importante fattore di successo” per Enel secondo Francesco Starace sono state le persone: “Durante la fase critica 37.500 dipendenti Enel hanno lavorato da remoto, circa il 55% della nostra forza lavoro globale, e 15.000 di questi sono in Italia. Attualmente stiamo gestendo il graduale rientro di circa un quarto di questi colleghi nei paesi che stanno avviando la cosiddetta fase 2”. E a tal proposito l’AD ricorda il valore degli investimenti in digitalizzazione, fondamentali per garantire la continuità del servizio nel totale rispetto delle norme a tutela della sicurezza e della salute delle persone. Oltre alle nomine del rinnovato CdA, l’Assemblea ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2019 e deliberato un dividendo complessivo di 0,328 euro per azione (0,16 euro già versati quale acconto a gennaio 2020 e i rimanenti 0,168 euro in pagamento a titolo di saldo a luglio 2020). Esito positivo anche per l’approvazione del Piano di incentivazione di lungo termine per il 2020 destinato al management e per la relazione sulla politica in materia di remunerazione per il 2020 e sui compensi corrisposti nel 2019.

In relazione all’emergenza sanitaria ed economica, nel corso del CdA del 15 maggio tutti i Consiglieri si sono assunti l’impegno di donare il 15% della remunerazione loro spettante in tale qualità per l’anno in corso a sostegno di iniziative di solidarietà: un’iniziativa già precedentemente avviata dallo stesso Presidente, dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Francesco Starace e dal top management a diretto riporto di quest’ultimo. Risorse che confluiscono nel progetto di crowdfunding lanciato da Enel lo scorso 15 aprile, destinato a supportare alcune associazioni del terzo settore particolarmente attive nel sostegno delle persone più colpite dall’emergenza sociale causata dal COVID-19.

Redazione Enel 

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi