• {{searchSuggestions.title}}

Starace: Enel riduce ancora le emissioni

Enel si pone un obiettivo di taglio delle emissioni in linea con le Nazioni Unite
{{item.title}}

Enel accelera nella lotta contro il climate change. L’importanza del tema, evidenziata in diverse occasioni dall’AD e DG Francesco Starace, non si esaurisce nelle parole ma si concretizza ulteriormente in nuovi, ambiziosi impegni. Il Gruppo, come annunciato di recente, ha incrementato l’obiettivo di riduzione delle emissioni dirette di gas a effetto serra per kWh entro il 2030 portandolo dal 70% all’80% rispetto all’anno di riferimento 2017.

 

Il nuovo target, approvato dalla Science Based Targets initiative (SBTi), prevede un taglio delle emissioni dirette del Gruppo entro il 2030 a 82 gCO2eq/kWh rispetto ai 125 gCO2eq/kWh dell’obiettivo precedente che era stato annunciato lo scorso anno. Enel diventa quindi la prima grande utility globale integrata a porsi un obiettivo di taglio delle emissioni coerente con gli impegni delle Nazioni Unite, finalizzati a contenere il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali e a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050, secondo quanto certificato da SBTi.

 

Un’azienda veramente innovativa e sostenibile non si rifiuta di abbracciare il cambiamento, ma si impegna per guidarlo

Francesco Starace, Enel CEO

Con l’impegno per una riduzione così drastica delle nostre emissioni, stiamo guidando la lotta contro il riscaldamento globale”, ha commentato in merito l’AD e DG Francesco Starace. Un fronte su cui Enel è concentrato da tempo: non a caso il Gruppo è stato tra i primi nel 2015 ad aderire alla SBTi. Da allora ha contribuito a realizzare importanti progressi: basti pensare che nel 2019 le emissioni dirette per kWh ridotte sono state di oltre il 36% rispetto al 2007.

 

E ora, come testimoniano anche gli importanti investimenti in programma nello sviluppo di capacità da fonti rinnovabili e il piano di decommisioning del termoelettrico, Enel è ancor più decisa a proseguire lungo questo percorso “lavorando incessantemente per mantenere la nostra leadership nella transizione energetica con un’attenzione sempre crescente alle attività carbon free”. È l’AD e DG Francesco Starace a sottolinearlo: “Stiamo aumentando la quota di rinnovabili nel nostro mix di generazione. Stiamo lavorando con i nostri clienti per l'efficienza energetica e l'elettrificazione, abilitando il cambiamento attraverso reti affidabili, digitalizzate e resilienti. Un’azienda veramente innovativa e sostenibile non si rifiuta di abbracciare il cambiamento, ma si impegna per guidarlo”.

 

 

Redazione Enel

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Accetta e chiudi