• {{searchSuggestions.title}}

Francesco Starace: Grande MAXXI, il sostegno di Enel

Anche l’AD di Enel Starace all’inaugurazione del museo di Roma, un nuovo polo di ricerca, sviluppo, arte e sostenibilità

{{item.title}}

Inclusione, innovazione, sostenibilità. La vision di Enel si rispecchia in quella del MAXXI, il museo di Roma inaugurato il 30 maggio 2010 che annovera tra i soci fondatori anche il Gruppo guidato da Francesco Starace. Non a caso lo scorso 10 febbraio l’Amministratore Delegato e Direttore Generale ha preso parte all’evento di presentazione di Grande MAXXI, progetto che, come ha spiegato la Presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri, porterà a una “ulteriore e naturale evoluzione, nel segno della rigenerazione urbana, della sostenibilità e delle tecnologie più avanzate”.

Per Enel è “un vero onore essere Partner fondatori e affiancare il MAXXI in questo progetto”, ha ribadito l’AD Francesco Starace nel corso dell’evento a cui hanno preso parte anche il Ministro della Cultura Dario Franceschini, il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Nascerà quindi un nuovo edificio su due livelli: sostenibile e multifunzionale, si affaccerà su via Masaccio e avrà un tetto green praticabile, accessibile dalla piazza del museo.

“Un vero onore essere Partner fondatori e affiancare il MAXXI in questo progetto che apre a Roma una nuova prospettiva sull’arte, la cultura e la tecnologia”

Francesco Starace, Enel CEO

Il MAXXI Hub si configurerà quindi come innovativo polo di ricerca e sviluppo per incentivare ulteriormente un dialogo sempre più profondo tra architettura, arte, scienza e intelligenza artificiale: nelle intenzioni dei promotori dovrebbe ospitare inoltre un centro d’eccellenza per il restauro del contemporaneo e spazi per le attività di formazione e depositi accessibili al pubblico. È prevista anche la realizzazione di un lungo corridoio verde lungo l’asse di via Masaccio: una sorta di galleria a cielo aperto con interventi site specific di artisti e paesaggisti, laboratori di progettazione del paesaggio, orti urbani produttivi e sostenibili. In programma anche lo sviluppo di interventi per rendere il MAXXI sempre più accessibile, accogliente e inclusivo.

Il progetto prende forma nel contesto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. E che sia particolarmente in linea con la vision di Enel lo dicono anche le numerose azioni definite sul fronte della sostenibilità: il museo punta infatti a raccogliere la sfida green della riduzione delle emissioni di gas serra attraverso l’implementazione di un piano pluriennale finalizzato al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo della “carbon neutrality”. Sulle coperture saranno installate diverse tipologie di pannelli fotovoltaici di ultima generazione che non interferiscono con il profilo e le caratteristiche architettoniche dell’edificio. Riassumendone il valore, l’AD di Enel Francesco Starace ha sottolineato come Grande MAXXI apra “a Roma una nuova prospettiva sull’arte, la cultura e la tecnologia”.

 

Redazione Enel