• {{searchSuggestions.title}}

Francesco Starace: insieme contro il climate change

L’ad di Enel Francesco Starace alla COP 27, la Conferenza internazionale dedicata ai cambiamenti climatici

{{item.title}}

Il raggiungimento dell’obiettivo “Net Zero” impone un’accelerazione: quanto sottolineato anche da Francesco Starace in diverse occasioni è stato recentemente ribadito nel corso della COP 27, la 27esima Conferenza delle parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) in programma a Sharm el-Sheik in Egitto dal 6 al 18 novembre. E proprio nell’ottica di ribadire la necessità di un maggior impegno i membri dell’Alliance of CEO Climate Leaders hanno sottoscritto lo scorso 4 novembre, in vista dell’inizio dei lavori della COP 27, una lettera aperta indirizzata ai leader mondiali presenti all’evento dicendosi fermamente convinti che solo attraverso il sostegno dei Governi si può davvero ambire a un raggiungimento degli ambiziosi obiettivi climatici.

“La dimostrazione che una chiara strategia legata al clima e un dialogo costruttivo tra le aziende e gli azionisti possono comportare significativi passi avanti verso il raggiungimento degli impegni Net Zero in linea con l'Accordo di Parigi.”

Francesco Starace, Enel CEO

Tra i firmatari anche l’AD di Enel Francesco Starace: l’Alliance of CEO Climate Leaders riunisce oltre 120 leader di importanti società attive in diversi Paesi e settori industriali. La grande community globale punta a mantenere alta l’attenzione sulle sfide che il climate change pone oggi supportando concretamente la definizione delle azioni necessarie a realizzare la transizione verso un’economia Net Zero. Nella lettera ai partecipanti alla COP 27 l’Alliance of CEO Climate Leaders ribadisce la propria disponibilità a “lavorare fianco a fianco con i governi” incoraggiandoli a fissare obiettivi sostenibili anche scientificamente al fine di dimezzare le emissioni globali entro il 2030 e portare il mondo a diventare al più tardi entro il 2050 “Net Zero”: accelerare questo percorso richiede infatti “una collaborazione significativa e una responsabilità condivisa tra il settore privato e quello pubblico”.

L’AD Francesco Starace è inoltre intervenuto nel corso del panel “Getting it Done: Public-private Actions for Decarbonizing Road Transport”, organizzato lo scorso 16 novembre in occasione della COP 27: al centro la mobilità sostenibile. Il 33% delle emissioni di gas serra nelle città è legato ai trasporti stradali: necessario quindi che istituzioni e privati agiscano tempestivamente definendo strategie aziendali e politiche in linea con quanto definito nel corso della COP 26. Nel suo intervento l’AD di Enel ha sottolineato l’importanza di interventi funzionali a superare i vincoli legati alla catena di approvvigionamento: anche la carenza di personale qualificato e di materiali contribuisce infatti a rallentare la transizione energetica globale. Non è quindi solo un problema di finanziamenti. E “oltre agli incentivi dobbiamo costantemente adattarci a come i veicoli elettrici trasformeranno le abitudini e le tecnologie”, ha spiegato infine l’AD di Enel.

 

Redazione Enel